1992 La Serie: soldi e sesso all’epoca di Mani Pulite ma quante lacune…

1992-La-SerieSe la produzione di Sky, prima con Romanzo Criminale, prima serie e seconda, aveva ricevuto il benestare di tutti, e con Gomorra aveva addirittura superato qualsiasi aspettativa, con i primi due episodi di 1992 La Serie ha lasciato la maggior parte scontenti. C’era grande attesa per la nuova produzione di Sky incentrata sul terremoto politico di Mani Pulite – Tangentopoli ma a detta di molti i primi due episodi non sono stati all’altezza delle aspettative.

Addirittura in alcuni autorevoli quotidiani on line c’è chi afferma di essere rimasto alquanto perplesso, il contesto di Mani Pulite attorniato dalle sigle dell’epoca, dalle trasmissioni televisive del 1992, dai personaggi troppo stereotipati il tutto attraverso dialoghi che alla fine sembrano scadenti e molto superficiali. Il cast per 1992 è d’eccezione, fra gli altri l’attore Stefano Accorsi, che interpreta il personaggio “Notte” che entra nel cuore di Marcello Dell’Utri, uomo d’affari fininvest.

Ecco uno stralcio di quanto pubblicato da “Il Fatto Quotidiano” stamattina: “… 1992 è una serie qualitativamente superiore rispetto agli standard italiani, ma distante anni luce dalla perfezione stilistica e narrativa di Gomorra. C’è qualcosa che non convince del tutto, probabilmente nella scrittura e nella psicologia troppo stereotipata dei personaggi. Ma vale la pena continuare a seguirla, anche solo per tentare di comprendere una singola parola pronunciata da Tea Falco. Mission impossible, ma ci proveremo…”

Non ci resta a questo punto che attendere le prossime puntate di 1992 – La Serie in onda su Sky Atlantic e Sky Cinema ogni martedì dalle ore 21:10.

Redazione Peoplexpress

Seguici su