Twitter sfida Isis: il social network blocca 10 mila account collegati all’estremismo jihadista

A computer screenshot shows the U.S. Central Command Twitter feed after it was apparently hacked by people claiming to be Islamic State sympathizers

E’ stato il New York Times a riferire la notizia che il 2 aprile Twitter ha annunciato di aver bloccato  circa 10 mila account collegati a Isis. Il New York Times ha anche precisato che non essendo pubblici i dati del social network non è possibile verificare la notizia in forma indipendente.Il blocco di questi account è arrivato dopo diverse segnalazioni fatte da singoli utenti ai moderatori di Twitter.

Emerge, da alcune ricerche, che lo strumento più utilizzato dalle diverse organizzazioni terroristiche, per reclutare e diffondere le loro teorie, siano i social network. Isis sceglie Twitter come mezzo per raggiungere con grande facilità diverse categorie di persone, facendo breccia attraverso i social su quegli individui psicologicamente deboli e facilmente adescabili. Un altro utilizzo, più semplice e comune che ne fanno, è quello di comunicazione o minaccia nei confronti della comunità mondiale tramite post, foto e video nei social. In passato anche altre organizzazioni come Al Qaeda avrebbero fatto uso degli strumenti di comunicazione: Facebook e Twitter.

Quella di Twitter, è la più vasta operazione anti-Isis realizzata da un Social network e mira a limitare la troppa facilità che ha Isis, attraverso video, foto, messaggi e minacce, di reclutare  ovunque nuovi jihadisti ed alimentare il clima di terrore.

Seguici su