Masterchef: Stefano si difende, i concorrenti fanno causa

MasterChef-2015Dopo il il servizio di Max Laudadio andato in onda su Striscia la Notizia venerdì scorso, il famoso programma Masterchef realizzato da Magnolia ed andato in onda su Sky per la quartaedizione, è nell’occhio del ciclone per via del vincitore, Stefano Callegaro, che secondo alcune indiscrezioni proveniente dall’ambiente lavorativo, in cui Stefano lavorava precedentemente, il vincitore di Masterchef 2015 svolgeva mansione di chef professionista in diversi ristoranti, lavoro di cuoco che lui ha omesso e che pare abbia fatto per tanto tempo prima di mettere piede nella cucina più famosa d’Italia.

Alcuni dei concorrenti di Masterchef Italia, seguiti dal legale Tiziana Stefanelli, ex concorrente e vincitrice del reality culinario nel 2013, hanno presentato ricorso all’azienda che detiene i diritti del programma, Magnolia, avverso al titolo del vincitore in quanto, secondo quanto riporta il regolamento di partecipazione, Callegaro non poteva prendere parte alla quarta edizione di Mastercher. Stefano intanto dal suo profilo di Facebook cerca di difendersi:

“Non sono abituato a nascondermi e non sono certo una persona che scappa. Ma dopo averci riflettuto con molta attenzione, ho ritenuto che in quella sede non sarei stato tutelato, che non sarebbe stato un confronto, ma un processo. E la televisione non è un tribunale. In questi giorni sono stato insultato, infangato, minacciato pubblicamente su questa pagina da quegli stessi che poi sono andati in televisione fingendo di conoscermi”.

Stefano ha poi proseguito: “Non ho cancellato nessun intervento, proprio perché su questa pagina tutti possono esprimersi liberamente. Nonostante tutto, di fronte a tutte queste accuse, molte delle quali già smentite, molte anonime, molte con volto coperto e voce distorta, non posso non rispondere”. Anche Magnolia cerca di stemperare il clima caldo attorno a Masterchef e comunica una nota ufficiale:

“In merito alle accuse mosse a Stefano Callegaro, Magnolia precisa che tutti i partecipanti di Masterchef sottoscrivono un contratto nel quale garantiscono di possedere i requisiti necessari alla partecipazione al programma. Chiunque ora e per sempre voglia gettare ombre sui meccanismi del programma o porti all’evidenza presunte mancanze relative alla trasparenza del gioco, si assume le proprie responsabilità a cui Magnolia si riserva di dare seguito nelle sedi opportune”.

La precisazione di Magnolia prosegue così:”La mancanza dei requisiti richiesti o qualunque altra supposizione devono essere ovviamente provati e, ad oggi, i dubbi mossi sulla regolarità della posizione di Stefano Callegaro non disegnano un quadro tale da poter procedere ad una squalifica, risultando incompleti e contraddittori. Pur proseguendo le proprie verifiche per vie ufficiali, Magnolia si sente comunque parte lesa e si riserva di prendere ogni opportuno provvedimento”.

Intanto bocche chiuse anche da parte dei maestri cuochi, Bruno Barbieri, Carlo Cracco e Joa Bastianich, non hanno detto la loro ma essendo nell’ambiente dei ristoratori forse conosceranno bene la verità che riguarda Stefano Callegaro che ha vinto il titolo di Masterchef 2015 e 100 mila euro battendo in finale il giovane e promettende Niccolò.

Redazione Peoplexpress