MotoGp: Rossi e Lorenzo, lotta a due in casa Yamaha per il titolo

Conclusa la settimana gara del campionato MotoGp, con la quarta vittoria consecutiva di Jorge Lorenzo, il campionato inizia a delinearsi per bene. In testa al campionato con un solo punto di vantaggio c’è ancora il campione di Tavullia, Valentino Rossi (138 punti), seguito dal compagno di squadra, Jorge Lorenzo (137 punti) . La lotta per il campionato sembra essere una sfida in casa fra i due piloti Yamaha sia per l’autoeliminazione di Marquez che dopo la terza scivolata in gara sul circuito di casa,si trova quinto in classifica con 69 punti e con tre gare a zero punti difficili da mandar giù.

Valentino-Rossi-motogp-mugello-2015-streamingSia per le Ducati che all’inizio del campionato avevano dimostrato grande competitività soprattutto con Dovizioso, il quale sul circuito catalano ha ottenuto il secondo zero, scivolando in classifica al quarto posto con 83 punti. Ad oggi il favorito per il campionato sembrerebbe il maiorchino Jorge Lorenzo, il quale si trova in ottima forma sia fisica che mentale, dimostrandolo sia durante le prove, le qualifiche ma soprattutto in gara. Ma non bisogna mai sottovalutare il trentaseienne Valentino Rossi per cui l’ unico punto debole, il tallone d’ Achille, sembrerebbe essere la qualifica.

Lo stesso Rossi ha dichiarato di non digerire questo nuovo formato delle qualifiche. Da sempre Valentino non è mai stato un pilota da giro secco, ma ,perfezionando le qualifiche e partendo dalla prima o seconda fila, il nove volte campione del mondo, potrebbe davvero puntare al gradino più alto del podio. Fin adesso Rossi ha vinto solo due gare ed ma è sempre salito sul podio. Superando lo scoglio qualifiche e buttando un occhio al passato e alle varie sfide che Valentino Rossi ha affrontato, il favorito per conquistare il titolo di campione mondiale MotoGp 2015, sembrerebbe proprio Rossi. Vari sono i motivi; innanzitutto Valentino con la gara catalana ha dimostrato di poter avere lo stesso ritmo gara del compagno di squadra, se non addirittura in certi giri essere più veloce.

Lo stesso Jorge a fine gara ha dichiarato di aver sentito la pressione “Rossi”. Ed è proprio la pressione in gara, che, Valentino riesce ad immettere negli avversari un suo punto di forza. In passato Valentino ha dato il meglio di se proprio nei momenti di grande pressione. Basta ricordarsi delle sfide con Gibernau, Max Biaggi, con lo stesso Jorge Lorenzo, la vittoria di Welkom 2004 e di Laguna Seca 2008 contro Stoner. Con ancora 11 gare da disputare si prospetta un campionato molto acceso tra i due piloti Yamaha che se fin adesso hanno dimostrato di andar d’amore e d’accordo cosa succederà non appena avverrà una vera bagarre fra i due? Sarà sul circuito di Assen il duello Rossi – Lorenzo?

Alice Titone

Seguici su