Tiziano Ferro: a Torino inizia “Lo Stadio tour 2015” volando davanti a 35 mila spettatori VIDEO

Tiziano Ferro a Torino ha iniziato il suo “Lo Stadio tour 2015”, tratto dall’ultimo lavoro discografico che lo porterà in giro per l’Italia per tutta la stagione estiva. Tiziano Ferro ha avviato il suo tour a Torino, presso lo Stadio Olimpico, nel contesto di una scenografia sontuosa emoziondo i suoi fans, circa 35 mila gli spettatori che hanno risposto al primo concerto stagionale live dell’artista di Latina. 30 i brani proposti da Tiziano Ferro, fra vecchi e nuovi, il cantautore ha entusiasmato, non sono mancati i suoi celebri pezzi, con l’ultimo brano Stadio che in poche settimane è salito nella classifica delle canzoni più ascoltate.

tiziano-ferro-concerto-torino-2015

Il suo ingresso sul palco dell’Olimpico di Torino è spettacolare, un vero e proprio “volo” sostenuto da un argano a circa 20 metri d’altezza, catapultato sul palcoscenico, accolto dalla folla impazzita, Tiziano Ferro ha aperto il concerto e quindi il suo “Lo Stadio tour 2015” con il brano Xdono. Grande entusiasmo all’esibizione del brano Stadio, canzone che l’artista di Latina aveva scritto per Lorenzo Jovanotti che poi però non ha più voluto, brano che ripercorre le sensazioni e l’emozioni che questo luogo magico da concerto riesce a trasferire a chi si esibisce ed anche a chi partecipa da spettatore.

Nel camerino Tiziano Ferro si racconta e spiega di quanto è stato faticoso prepararsi per tornare negli Stadi: “Ho capito che dovevo solamente essere me stesso in una nuova situazione. Mi sono allenato fisicamente in Belgio e vocalmente per fare due ore e mezza di concerto. Si tratta di uno spettacolo tecnologico, ma il fulcro rimangono la musica e la mia band, che mi ha dato emozioni pazzesche. La mia prima esperienza in uno stadio, all’Olimpico di Roma nel 2012, era stata un azzardo. Non ero pronto, non sapevo gestirmi”.

Tiziano parla del suo passato: “A vent’anni mi facevo schifo, adesso mi godo le cose e non cambierei nulla per tornare indietro… Vedo certi miei coetanei così tristi, mi chiedono “ti ricordi?”, a un certo punto mi sembrava che non si potesse scrivere qualcosa di bello senza stare male… La tristezza a ogni costo è solo noiosa, mi terrorizza diventare così. Da qualche tempo le mie canzoni sono più luminose, meno crepuscolari, i figli del dramma mi hanno un po’ stancato. Bisogna prendersi la responsabilità di confrontarsi con quello che non va e non mentire a se stessi. Dopo, andrà meglio”.

GUARDA IL VIDEO amatoriale di un utente youtube (Alberto Giorgio) dell’ingresso “volante” di Tiziano Ferro al Concerto d’apertura del suo tour Lo Stadio 2015:

Redazione Peoplexpress

Seguici su