MotoGp Assen: Rossi gioisce, Marquez mette il broncio

Valentino Rossi si laurea per la nona volta sulla pista di Assen chiamata l’università delle moto, conquistando il gradino più alto del podio. Una vittoria pre annunciata quella di Rossi che fin dal primo giorno di prove libere ha dominato, conquistando anche la pole positione. Una gara spettacolare in cui Valentino Rossi ha dimostrato nuovamente cosa significa avere la stoffa del campione. Un Rossi che per tutta la gara ha le idee abbastanza chiare, nonostante il primo sorpasso di Marquez che The Doctor sfrutta per prendere un pò di fiato e far riposare un pò le gomme, a tre giri dalla fine sferra un sorpasso esterno in curva allo spagnolo Marquez.

rossi-marquezMa si sa che Marc non si arrende mai e ci prova all’ultima curva ma la volpe Rossi nonostante il contatto e l’uscita sulla ghiaia, taglia il traguardo per primo. Una vittoria che Marquez non digerisce ritenendosi il “vincitore morale” della gara. Un gran bel rospo da mandare giù per Marc Marquez che se fin all’anno scorso nelle varie bagarre ha sempre avuto la meglio, quest’anno con una Yamaha competitiva e con un Rossi del genere, il campione in carica inizia ad avere delle difficoltà nell’accettare la sconfitta.

Un Marquez nervoso a fine gara che a denti stretti ripete la stessa frase alla fine del Gran Premio dell’ Argentina: da “Valentino c’è sempre da imparare”; e Marc ha ragione perchè al Carboncito spesso manca quella lucidità in gara che ha invece Valentino. Valentino primo in campionato con dieci punti di differenza dal suo avversario più diretto Jorge Lorenzo. Nonostante un’ottima partenza di Jorge Lorenzo, che partendo dalla ottava posizione, in solo quattro curve si mette alle spalle di Marc Marquez, in terza posizione, il maiorchino non riesce a star dietro al passo gara che Rossi e Marquez iniziano a martellare fin da subito, ed è il terzo gradino del podio che conquista Lorenzo trovandosi a disputare una gara in solitario.

Quarto posto per Andrea Iannone ma il compagno di squadra, Dovizioso chiude dodicesimo. Una Ducati che nonostante un bell’inizio di stagione inizia ad accusare vari problemi nel riuscire ad ottenere quella competività necessaria per stare insieme ai piloti Yamaha e HRC. Prossimo appuntamento il 10-12 luglio in Germania sul circuito del Sachsenring.

ORDINE D’ARRIVO
1 46 V. ROSSI 40:54.037
2 93 M. MARQUEZ +1.242
3 99 J. LORENZO +14.576
4 29 A. IANNONE +19.109
5 44 P. ESPARGARO +24.268
6 35 C. CRUTCHLOW +24.373
7 38 B. SMITH +24.442
8 26 D. PEDROSA +24.656
9 41 A. ESPARGARO +26.725
10 25 M. VIÑALES +27.238
11 9 D. PETRUCCI +29.038
12 4 A. DOVIZIOSO +29.418
13 45 S. REDDING +46.663
14 68 Y. HERNANDEZ +49.305
15 76 L. BAZ +52.396
16 69 N. HAYDEN +56.005
17 19 A. BAUTISTA +59.857
18 63 M. DI MEGLIO +1:14.513
19 33 M. MELANDRI +10.349
Ritirati
15 A. DE ANGELIS
50 E. LAVERTY
6 S. BRADL
N1
8 H. BARBERA
N1
43 J. MILLER

CLASSIFICA MONDIALE PILOTI

Valentino ROSSI Yamaha ITA 163
Jorge LORENZO Yamaha SPA 153
Andrea IANNONE Ducati ITA 107
Marc MARQUEZ Honda SPA 89
Andrea DOVIZIOSO Ducati ITA 87
Bradley SMITH Yamaha GBR 77
Cal CRUTCHLOW Honda GBR 57
Pol ESPARGARO Yamaha SPA 56
Maverick VIÑALES Suzuki SPA 52
Dani PEDROSA Honda SPA 47

Redazione Peoplexpress

Seguici su