As Roma: anche Sabatini scarica Garcia, ultima chiamata contro il Genoa, Spalletti in pole

As Roma: anche Sabatini scarica Garcia, ultima chiamata contro il Genoa, Spalletti in pole – Ultima chiamata o forse già capolinea, il destino di Rudy Garcia sulla panchina della Roma è già segnato, il tecnico dell’Associazione Sportiva Roma, potrebbe essere già esonerato anche dopo un eventuale vittoria dei giallorossi nel match di domenica contro il Genoa all’Olimpico, diventato ormai teatro di spettacolo per pochi intimi. Perchè il destino di Garcia non è neanche legato al match fra Roma e Genoa? Perchè dalle parole pronunciate dal direttore sportivo dell’As Roma, Walter Sabatini, uno dei pochissimi a difendere fino alla fine il tecnico francese, si evince un’aria di capolinea (Domenica allenerà Rudy), frase che ha di certo tolto a Garcia l’ultima difesa e pare che lo stesso James Pallotta abbia già deciso di voler cambiare rotta, il male della Roma, evidentemente è stato scoperto anche dal numero uno giallorosso.

spalletti-romaChi dopo Garcia? Diversi nomi sono circolati, da Ancelotti, sogno che forse rimarrà infranto per l’ennesima volta, Mazzarri, che però non gode di molta simpatia della piazza, e Luciano Spalletti, sicuramente il più ambito in questa fase dal popolo giallorosso. Luciano Spalletti alla Roma porterebbe quell’entusiasmo affievolito dagli ultimi mesi di gestione tecnica, il suo passato alla Roma non è da sottovalutare, il tecnico toscano prenderebbe una Roma molto più forte di quella che negli 2005-2009 riuscì comunque a far sognare i tifosi giallorossi in Italia ed in Europa.

Luciano Spalletti a qualche amico ha confidato di essere pronto alla nuova avventura, il suo 4-3-3 si sposerebbe pienamente con l’organico, il tridente con Salah, Gervinho e Dzeko è più forte di Taddei, Mancini, Totti. Pjanic-Perrotta, il paragone non regge. Nainggolan e De Rossi con Pizarro e De Rossi potrebbe essere l’unico duello in parità. Florenzi o Maicon, Manolas, Castan e Digne contro Cassetti, Juan, Mexes e Tonetto, un altro paragone che non regge. In porta Doni o Szczesny non cambia nulla. Allora al popolo giallorosso non resta altro che attendere lunedì, qualsiasi sia il risultato fra Roma e Genoa.

Seguici su