AC Milan: pronto il dopo Mihajlovic, prima Brocchi poi Lippi e Conte

Silvio Berlusconi patron della Associazione Calcio Milan ha già deciso il futuro del suo Milan dopo l’eventuale mancata vittoria all’Olimpico contro la Roma, via Sinisa Mihajlovic, squadra affidata a Cristian Brocchi, tecnico della primavera rossonera e poi un mandato subito a Marcello Lippi di creare il nuovo progetto per il rilancio del club rossonero che ha un nome ben preciso: Antonio Conte. Berlusconi ha sempre stimato Lippi, dai tempi in cui, Marcello, prese le redini della Juventus nel lontano 94, dopo anni di supremazia del Milan, la Juventus non vinceva da 9 stagioni lo scudetto, Silvio Berlusconi e lo stesso Adriano Galliani, rimasero stupiti della ventata vincente di novità che Lippi ha portato in casa dei rivali, tanto che per anni sono stati pronti ad accoglierlo anche dopo la vittoria del mondiale 2006 a Berlino.

lippi-conte-milanDall’alto dei suoi 67 anni, Lippi servirebbe al Milan per sistemare una volta per tutte, la questione relativa alla guida tecnica ma non è escluso che il coinvolgimento dell’ex ct azzurro potrebbe essere anche diretto verso una sorte di direzione tecnica con Cristian Brocchi allenatore.

I più informati però hanno compreso che l’eventuale coinvolgimento di Lippi al Milan servirebbe da apripista per Antonio Conte che dopo l’Europeo lascerà la Nazionale e perchè no, sposare il progetto Milan, lui che è fortemente stimato da Berlusconi e Galliani, prenderebbe in mano una scommessa davvero intrigante, riportare la Associazione Calcio Milan sul tetto d’Italia e d’Europa. Conte al momento ha ricevuto parecchie offerte, la Premier League lo alletterebbe ma pare che al Chelsea stiano pensando al duo Sabatini-Garcia per la prossima stagione. Berlusconi ha ormai stilato le linee guida per il futuro del suo Milan che potrebbe iniziare già da domenica mattina, con Cristian Brocchi, pronto a rilevare la panchina di Sinisa Mihajlovic dopo l’eventuale non vittoria contro la Roma.

Brocchi promosso in prima squadra sarebbe il primo step, l’inizio di un lungo percorso che porterebbe a luglio Antonio Conte alla corte della dirigenza rossonera dopo però esserci stato un progetto tecnico firmato da Marcello Lippi. Lippi, dall’alto della sua esperienza, sarebbe l’uomo giusto per convincere Antonio Conte a sposare il progetto Milan, perchè lo storico capitano di Lippi, si fida ciecamente del suo maestro, due che alla Juve hanno vinto tanto ed a più riprese e con ruoli differenti, basti pensare che Conte da calciatore e da allenatore con la maglia bianconera ha vinto tutto. Adesso ai tifosi del Milan non rimane che attendere l’esito della sfida di domani contro la Roma, il resto è stato già deciso! Per aggiornamenti sulle notizie del Milan clicca qui.

Seguici su