Le Iene, Servizio Pelazza “Testimoni di Geova e Abusi Sessuali” / Video

A Le Iene torna il servizio “Testimoni di Geova e Abusi Sessuali”, l’inviato Giulio Pelazza è tornato su un argomento molto delicato che riguarda il mondo dei Testimoni di Geova e dei presunti abusi sessuali fatti su minori, alcuni dei quali fatti da genitori su figli. Pelazza, dopo il servizio di qualche settimana fa, ha ricevuto parecchie segnalazioni da parte di congregati, le loro testimonianze sono state davvero scioccanti. Un ragazzo in particolare, ha raccontato che la legge all’interno della congregazione, prevede che un ragazzo può

Le Iene, Servizio Pelazza "Testimoni di Geova e Abusi Sessuali" / Video

Le Iene, Servizio Pelazza “Testimoni di Geova e Abusi Sessuali” / Video

denunciare all’interno gli abusi sono in presenza di due testimoni. Pelazza ha cercato di fare chiarezza, e di voler vederci chiaro, tanto da voler incontrare il segretario generale della congregazione dei Testimoni Di Geova ma che non ha potuto incontrare.

Già nella scorse settimane, il servizio sui Testimoni di Geova ed i presunti abusi sessuali ha fatto parlare molto, e se Giulio Pelazza ha ricevuto parecchie segnalazioni da parte di chi ha voluto raccontare la propria storia o la storia di chi ha subito abusi e non ha mai denunciato. Le dichiarazioni choc sono state di una ragazza che ha riferito di essere stata, quando era più piccola, accompagnata a dormire nella sede della sua congregazione ed ad un certo punto, nella stanza, è entrato un anziano che ha abusato. Altra testimonianza a Le Iene, di una ragazza che ha subito abusi da parte del padre ed ha scoperto poi che anche altri hanno subito questi abusi.

Nel mondo dei Testimoni di Geova le testimonianze raccolte dalle Iene sono davvero tante, per paura in tanti non hanno denunciato, come il caso di una moglie che non può lasciare il marito perchè gli anziani della sua congregazione dicono che sulla Bibbia non esistono tavole che regolamentano l’azione. Per rivedere il servizio “Testimoni di Geova e Abusi Sessuali” clicca qui.