Gomorra 2 La Serie, riassunto terza puntata: la ribellione degli “scugnizzi” contro i Savastano / Video

Terza puntata di Gomorra 2, andata in onda ieri sera, martedì 24 maggio 2016 su Sky Atlantic, caratterizzata dall’incontro, tanto atteso, fra Genny Savastano e Ciro Di Marzio e dalla ribellione messa in atto dai ragazzi del clan Savastano contro Pietro e Gennaro capeggiati da O’Trak, uno dei protagonisti della terza puntata di Gomorra 2 La Serie.

Terza puntata di Gomorra 2, andata in onda ieri sera, martedì 24 maggio 2016 su Sky Atlantic

Terza puntata di Gomorra 2, andata in onda ieri sera, martedì 24 maggio 2016 su Sky Atlantic

Ciro, artista nel creare caos nei clan rivali, anche questa volta, è riuscito a dissuadere i tre fedelissimi di Gennaro Savastano, che assetati di soldi, hanno iniziato a fare rapine, uscendo dal confine, che era stato imposto a Pietro Savastano ed ai suoi ragazzi, nell’accordo siglato fra Genny e Ciro dinanzi al boss Don Aniello.

Pietro è uscito fuori dall’appartamento in compagnia di Patrizia, per incontrare il figlio, all’interno di una gioielleria. Il confronto/scontro tra padre e figlio continua ad essere pieno di rancori ma il legame “sanguigno” alla fine prevale e Gennaro chiede a Pietro di dargli fiducia per una volta sola.

La strategia di Savastano junior non ha pagato fino alla fine del sesto episodio, Ciro ha creato il caos all’interno dei resti del clan rivale, con la speranza che si indebolisca senza bisogno di guerre. Adesso i Savastano dovranno risolvere la questione con i tre “scugnizzi” che hanno alzato la cresta: O’Trak, Capaebomba e Cardillo.

Per rivedere la terza puntata di Gomorra 2 La Serie, andata in onda, martedì 24 maggio 2016 su Sky Atlantic, clicca qui.

Seguici su