Crozza Nel Paese delle Meraviglie, replica del 25 novembre: Razzi, De Luca, Montezemolo e Napalm51 / Video

Super puntata di Crozza Nel Paese delle Meraviglie, in onda venerdì 25 novembre 2016 su LA 7. Il comico genovese ripercorre, attraverso i suoi personaggi, gli ultimi giorni prima del Referendum. Crozza, ha imitato Razzi, De Luca, Montezemolo e Napalm51.

Replica della puntata di Crozza Nel Paese delle Meraviglie di venerdì 25 novembre 2016 su LA 7. Lo show di Maurizio Crozza

Replica della puntata di Crozza Nel Paese delle Meraviglie di venerdì 25 novembre 2016 su LA 7. Lo show di Maurizio Crozza

Crozza nei panni di Napalm51: “Sono indeciso. Non so se iscrivermi nel gruppo Facebook “Gruppo Facebook contro i gruppi Facebook”. Io non voterò: non voglio ingrassare le lobby delle enciclopedie. Vai a votare e poi ti rifilano qualcosa. Un immigrato ha riportato un portafoglio ad un italiano? Ha umiliato un italiano facendola apparire come uno sbadato. Alessandro Gassmann? Facile fare successo con quel cognome lì. E’ un testimonial subliminale del gas. Perché nella foto delle patenti, veniamo tutti male? E’ colpa del Governo. Corona è stato arrestato perché faceva delle belle foto.

Crozza imita il Senatore Razzi: “Il referendum? Farò un cappello agli elettroni. Io voto no. Dittatura light? No, non sono mica ricchione, non ho light, quella la prendono in Africa. Votare no è importante per votare contro l’ingroppalizzazione”. Crozza/Razzi a telecamere abbassate: “Io voto sì. Berlusconi, hai visto in che stato è? Qualcuno lo muove da dentro. Sono pronto a salire sul cazzo dei vincitori e lo urlerò ai cinque venti. Quante donne ho avuto? Mi aspettavo una domanda sul vicolo quinto… Io tombeur de femmes? Sì, dopo aver trombato, ti viene fam. La donna non è un oggetto: un oggetto non ti rompe il cazzo con le coccole. Black Friday? Se paghiamo in nero solo il venerdì siamo rovinati. La destra è alla canna da pesca del gas”.

Crozza imita Vincenzo De Luca: “Per le mie battute, Zelig mi ha chiesto 2 puntate. Mi hanno chiamato anche Zalone e Letterman. La folla mi ama. Vogliamo introdurre il reato di battute? Voto di scambio? Clientelismo? Sono parole che non conosco e che non fanno ridere. Pressioni sui sindaci? No, non fa ridere. Se Renzi mi dà 200 milioni di euro, la riforma me la faccio tatuare sulla schiena! Questo non è voto di scambio, è teatro! Quella pucchiacca della Bindi”.

Vedi la replica della puntata di Crozza Nel Paese delle Meraviglie di venerdì 25 novembre 2016 su LA 7 cliccando qui.

Seguici su