Berlusconi: ricoverato per problemi al cuore al San Raffaele. Dimesso alle 12

Silvio Berlusconi nei “caldi” giorni del Referendum è stato colpito da una “Fibrillazione Atriale” che lo ha portato stamattina a fare degli accertamenti di natura cardiaca al San Raffaele di Milano. Dall’Ospedale milanese le notizie sembrano essere confortanti.

Silvio Berlusconi colpito da una "Fibrillazione Atriale" è stato ricoverato per degli accertamenti di natura cardiaca al San Raffaele di Milano

Silvio Berlusconi colpito da una “Fibrillazione Atriale” è stato ricoverato per degli accertamenti di natura cardiaca al San Raffaele di Milano

A parlare è il Primario del reparto di cardiologia del nosocomio milanese, Dott. Zangrillo: “È stato un po’ di stress causato dal coinvolgimento psicofisico degli ultimi 15 giorni”. Il primario ha proseguito nel commentare le condizioni di salute di Silvio Berlusconi: “Siamo di fronte a un macchina di Formula 1: straordinaria, ma che ha bisogno di essere controllata. In questo caso, stiamo facendo un piccolo check ai box”.

Nel 2006 a Cleveland, l’ex Premier si sottopose all’intervento cardiologico con l’immissione del pacemaker. Un anno fa, prima della fine del 2015, Berlusconi subì un altro piccolo intervento per la rimozione del “vecchio” pacemaker e la messa del nuovo. Secondo quanto riferito, gli accertamenti sono dovuti, per un pazienze che ha sofferto di scompensi cardiaci. Lo stress e la mancanza di sonno, sono le cause più “cattive” dei disturbi che causano la cosiddetta “Fibrillazione Atriale”.

Intorno alle 12, il Cavaliere è stato dimesso ed è tornato a casa. Per Berlusconi pare che sia previsto un periodo di assoluto riposo nella propria dimora.

Seguici su