Le Iene, Servizio Pasca: “Le otturazioni dentali in amalgama sono nocive?” / Video

Nella puntata de Le Iene di domenica 18 dicembre 2016, l’inviato Cristiano Pasca ha firmato un servizio dal titolo “Le otturazioni dentali in amalgama sono nocive?”. In particolare la iena ha condotto una vera e propria inchiesta portando a conoscenza del pubblico della trasmissione le varie teorie in merito al tema delle otturazioni dentali.

Nella puntata de Le Iene di domenica 18 dicembre 2016, Cristiano Pasca ha firmato un servizio dal titolo "Le otturazioni dentali in amalgama sono nocive?".

Nella puntata de Le Iene di domenica 18 dicembre 2016, Cristiano Pasca ha firmato un servizio dal titolo “Le otturazioni dentali in amalgama sono nocive?”.

La iena nel servizio ha dato una spiegazione in generale sull’amalgama. L’amalgama è una lega di metalli che ha come ingrediente principale il mercurio. Un metallo altamente tossico. Nel 2001 un decreto del Ministero della Salute ha attestato che “l’emissione di vapori di mercurio è suscettibile di compromettere la salute dei pazienti. Evitare la posa e la rimozione dell’amalgama in pazienti in gravidanza, allattamento, bambini sotto i sei anni di età”.

L’Associazione Dentisti Italiani sul proprio sito riporta che “La comunità scientifica ha ampliamente dimostrato come la presenza di amalgama dentale nel cavo orale non sia pericolosa”.

Una testimianza contraria è quella del dott. Raimondo Pische, il quale sostiene che in alcuni casi, a seconda del numero delle otturazioni, da quanto tempo sono state effettuate e dalla sensibilità individuale, il mercurio possa avere effetti più o meno nocivi sul corpo. Lo stesso Pasca ha raccolto la testimonianza di alcuni pazienti, affetti da gravi patologie, raccontano di come avrebbero iniziato a sentirsi meglio dopo essere stati sottoposti alla rimozione delle otturazioni in amalgama seguendo, però, il protocollo di sicurezza protetto.

Vedi il servizio di Cristiano Pasca a Le Iene di domenica 18 dicembre 2016 “Le otturazioni dentali in amalgama sono nocive?” cliccando qui.

Seguici su