Paola Perego: le lacrime a Le Iene e le denunce contro la Rai / Video

Paola Perego in lacrime a Le Iene, denunce contro la Rai. Un polverone di polemiche per un cartello dedicato al perchè gli uomini italiani preferirebbero le donne dell’Est a quelle italiane si è alzato lunedì mattina dopo due giorni dalla messa in onda della trasmissione di sabato 18 marzo 2017, “Parliamone Sabato”. Programma in onda su Rai 1, condotto da Paola Perego.

Proprio nel corso di quella trasmissione, con diversi ospiti in studio si è parlato del tema relativo alle donne dell’Est ed all’influenza che avrebbe, più delle donne nostrane, sui maschi italiani. Il cartello conteneva i motivi per i quali vengono preferite le donne dell’Est. Sui social sono iniziati i primi commenti negativi. Da lì un focolaio di post che hanno colpito il programma e la sua conduttrice. Solo lunedì mattina, i responsabili Rai si sono accorti di tutto frastuono ed hanno diramato la comunicazione ufficiale sulla chiusura del programma di Paola Perego.

Paola Perego in lacrime a Le Iene, denunce contro la Rai. L'ex conduttrice si difende ed accusa i responsabili Rai che avevano approvato i contenuti

Paola Perego in lacrime a Le Iene, denunce contro la Rai. L’ex conduttrice si difende ed accusa i responsabili Rai che avevano approvato i contenuti

Di seguito parte dell’intervista di Paola Perego all’inviata de Le Iene, Stefania Nobile, nel corso della trasmissione di mercoledì 22 marzo 2017:  “Sono disorientata, spaventata. Non riesco a capire bene cosa sia questa violenza contro di me. Sono spaventata. Vedo i giornali e mi sembra una cosa surreale, che non sta capitando a me. Non ho ancora metabolizzato. Non me lo merito, credo di essere una brava persona. Sto male per tutte quelle persone che, fidandosi di me, mi hanno seguita in questo programma. Ora resteranno senza lavoro e avranno problemi a pagare l’affitto”.

Le accusa alla Rai ed ai suoi responsabili: “Può essere stata una pagina brutta, ma è incredibile perché dal niente è partita un’eco mostruosa su una cosa che non c’è, non esiste. È devastante. Non verrà mai fatta chiarezza. Gli argomenti in Rai vengono approvati prima di essere messi in onda dal capostruttura, dal direttore di rete. Mi hanno approvato questo argomento e mi hanno cassato il femminicidio perché non volevano che ne parlassimo perché non era con la linea editoriale”.

La Perego ribadisce l’accusa alla Rai: “Prima l’approvano e poi si scusano. Ma di cosa? Ma di che stiamo parlando? Loro si sono dissociati da una cosa che avevano approvato e adesso fanno la figura di quelli che stanno salvando l’Italia da questo “mostro” che è sessista, che porta in televisione queste cose”.

Vedi l’intervista integrale di Paola Perego a Le Iene di mercoledì 22 marzo 2017, in onda su Italia 1, cliccando qui.

Seguici su