Elezioni Regionali Sicilia: anziana di 88 anni interdetta in una casa di cura costretta a votare / Video

Elezioni Regionali Sicilia: anziana di 88 anni interdetta in una casa di cura costretta a votare. Sta facendo scalpore il video girato dal figlio di una persona anziana di 88 anni, interdetta e ricoverata in una casa di cura in un comune in provincia di Catania.

Elezioni Regionali Sicilia: anziana di 88 anni interdetta in una casa di cura costretta a votare. Il video del figlio è diventato virale

Elezioni Regionali Sicilia: anziana di 88 anni interdetta in una casa di cura costretta a votare. Il video del figlio è diventato virale

Secondo quanto riferito da uno dei figli, che è andato nell’ufficio elettorale del comune, per accertarsi che la madre avesse votato, la firma posta sul certificato di autorizzazione non vera. E’ evidente che è stata falsificata. Sempre secondo il racconto dell’uomo, pare che il comandante dei Vigili urbani abbia riferito che alcuni politici del luogo avrebbero fatto questo con diversi anziani.

Le parole di uno dei figli della signora anziana che ha ripreso l’incontro con l’impiegata dell’ufficio elettorale. “Soltanto mio fratello può dare l’autorizzazione, perché mia madre è interdetta”, si sente nel video. Ho parlato con il comandante dei vigili urbani e mi ha detto che hanno fatto un seggio speciale”. Poi prosegue: “Ha 88 anni, è allettata, non si muove da tre anni, riesce solo a mangiare e l’hanno fatta votare? Mio fratello mi ha telefonato dicendomi che hanno sistemato la mamma facendola scendere per votare”. Guardando la firma posta, non ha dubbi: “L’hanno copiata di sicuro dal documento mia madre non può firmare, non muove più le mani, le diamo da mangiare noi”.

Guarda il video diventato virale che riguarda l’anziana di 88 anni interdetta in una casa di cura costretta a votare cliccando qui.

Seguici su