Donald Trump: avvia indagine import Auto ma intanto non potrà bloccare utenti su Twitter

Donald Trump: avvia indagine import Auto ma intanto non potrà bloccare utenti su Twitter. Donald Trump da oggi non potrà mai più bloccare gli utenti che lo criticano su Twitter. Per la giudice del Tribunale di New York non si tratta di profilo personale ma di politico ufficiale.
Donald Trump: avvia indagine import Auto ma intanto non potrà bloccare utenti su Twitter. Donald Trump da oggi non potrà mai più bloccare gli utenti che lo criticano su Twitter. Per la giudice del Tribunale di New York non si tratta di profilo personale ma di politico ufficiale.

Il giudice Naomi Reice Buchwald del tribunale di New York ha stabilito che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha violato il primo emendamento della Costituzione. Emendamento relativo alla libertà di parola e di espressione.

In particolare quando blocca qualcuno sull’account Twitter @realDonaldTrump. Per la giudice Buchwald l’account del Presidente è un account politico ufficiale e non personale.

Donald Trump: avvia indagine import Auto ma intanto non potrà bloccare utenti su Twitter. Donald Trump da oggi non potrà mai più bloccare gli utenti che lo criticano su Twitter. Per la giudice del Tribunale di New York non si tratta di profilo personale ma di politico ufficiale.

Donald Trump: avvia indagine import Auto ma intanto non potrà bloccare utenti su Twitter. Donald Trump da oggi non potrà mai più bloccare gli utenti che lo criticano su Twitter. Per la giudice del Tribunale di New York non si tratta di profilo personale ma di politico ufficiale.

Donald Trump: avvia indagine import Auto ma intanto non potrà bloccare utenti su Twitter. Donald Trump da oggi non potrà mai più bloccare gli utenti che lo criticano su Twitter. Per la giudice del Tribunale di New York non si tratta di profilo personale ma di politico ufficiale.

“Una sentenza dichiarativa dovrebbe essere sufficiente perché nessun dirigente governativo, presidente incluso, è sopra la legge, e tutti i dirigenti governativi sono tenuti a seguire la legge”. Questo quanto ha scritto il magistrato.

Secondo quanto riporta l’agenzia di Stampa Ansa, Il presidente americano Donald Trump ha dato istruzioni per avviare un’indagine sulle importazioni di automobili negli Usa. Lo rende noto la Casa Bianca, spiegando che si farà ricorso alla Sezione 232 del Trade Expansion Act, come aveva anticipato il Wall Street Journal parlando di possibili dazi fino al 25%. L’indagine e’ motivata da ragioni di sicurezza nazionale. Questo quando voluto da Trump nel corso di un incontro col segretario al commercio Wilbur Ross.

Seguici su