Le Iene, Facebook e la privacy: “Chi non è tuo amico può spiarti lo stesso” / Video

Le Iene, Facebook e la privacy: “Chi non è tuo amico può spiarti lo stesso”. Matteo Viviani con il supporto di un ragazzo di 23 anni, che studia legge, ha scoperto che la privacy del profilo di Facebook, anche se al massimo della sicurezza, non è invalicabile. E’ possibile chiedere a Facebook di cercare le foto di un utente che sono pubblicate anche sugli altri profili. E anche i luoghi dove siamo andati. Perfino le foto che l’utente ha commentato. E addirittura i mi piace messi da una persona.

Le Iene, Facebook e la privacy: “Chi non è tuo amico può spiarti lo stesso”.

Matteo Viviani sperimenta sul proprio profilo personale su Facebook grazie all’aiuto di un ragazzo, che riesce a trovare tantissime informazioni su di lui. Perché per avere un profilo completamente bloccato bisognerebbe chiedere alle altre persone di bloccare i contenuti. Stefano Fratepietro, esperto di sicurezza informatica, ha commenta così: “Ad oggi manca completamente un’opzione tale per cui un utente decide di non voler comparire neanche nei post degli amici”. Nel corso del servizio, Matteo Viviani, ha provato, attraverso l’esperto, a fare un esperimento sulla collega Veronica Ruggeri. Il risultato è stato sconvolgente.

Le Iene, Facebook e la privacy: “Chi non è tuo amico può spiarti lo stesso”. Guarda il video cliccando QUI.

Seguici su