Le Iene, Thyssenkrupp: immagini choc nel servizio / Video

Le Iene, Thyssenkrupp: immagini choc nel servizio pertanto la visione del video è vietata ai minori. In questa pagina, nel video del servizio, sono contenute immagini molto forti che possono urtare la vostra sensibilità.

Quella notte persero la vita, bruciati vivi, come si evince della immagini molto forti, Angelo Laurino, Antonio Schiavone, Giuseppe De Masi, Rosario Rodinò, Bruno Santino, Roberto Scola, Rocco Marzo. Un incendio che non ha lasciato scampo ai 7 operai.

Incendio Thyssenkrupp di Torino 6 dicembre 2007: Sono passati esattamente 11 anni dal rogo della Thyssenkrupp di Torino in cui morirono carbonizzati sette operai. I manager italiani stanno scontando le loro pene, va diversamente per quelli tedeschi. Nonostante la richiesta di arresto da parte dell’Italia sono ancora liberi. Si tratta di Harald Espenhahn, condannato a 9 anni e 8 mesi e di Gerald Priegnitz condannato a 7 anni in Italia.

Alessandro Politi, inviato delle Iene, ha ascoltato le testimonianze della figlia, dell’allora 43enne Angelo Laurino, Noemi. Oltre ad aver ascoltato Noemi, la iena ha intervistato l’unico superstite della strage della Thyssenkrupp: Antonio Boccuzzi. Anni fa le Iene andarono alla ricerca dei due tedeschi che non hanno ancora scontato il carcere senza ottenere nulla.

Politi è andato dai manager tedeschi condannati in Italia. La iena è andata a Bottrop in Germania, dove è riuscito a incontrare Harald Espenhahn, condannato a 9 anni e 8 mesi mentre faceva jogging.

L’inviato riesce però a parlare con il figlio, che conosce e parla l’italiano. Il figlio dichiara: “Non abbiamo ammazzato nessuno, è una questione di politica questa” dice. “Non potevamo più stare in Italia, per noi c’era veramente troppo pericolo”.

LE IENE, THYSSENKRUPP SERVIZIO 4 DICEMBRE

Immagini choc nel servizio pertanto la visione del video è vietata ai minori. In questa pagina, nel video del servizio, sono contenute immagini molto forti che possono urtare la vostra sensibilità.

Seguici su