Le Iene, Caso Brizzi: Tania “svela” tutto! Una “Gucci” per la testimonianza falsa

Le Iene, Caso Brizzi: la ragazza spagnola Tania "svela" tutto! Solo una pochette "Gucci" in cambio della testimonianza falsa

Le Iene, Caso Brizzi: la ragazza spagnola Tania Sanchez Diaz ha svelato tutto, raccontando la verità Roberta Rei. Attraverso un suo ex, oggi suo grande amico italiano, Tania ha avuto il coraggio di raccontare la verità e di svelare quanto avvenuto.

La spagnola, come ammesso, non ha avuto, in cambio della falsa testimonianza, una ricompensa in denaro ma solo una pochette Gucci dal valore di 290 euro. La ragazza avrebbe voluto ben altro e non lo nasconde nel corso del servizio di ieri sera.

Roberta Rei, inviata delle Iene, già da qualche settimana, si è messa alla ricerca della verità sul caso Brizzi. Il caso che ha sconvolto il cinema italiano, con il regista accusato, da diverse ragazze di molestie sessuali. Il procedimento a carico del regista romano si è concluso con l’archiviazione dopo la testimonianza della ragazza spagnola.

Dopo il servizio di qualche giorno fa, Brizzi caso riaperto? l’ex fidanzato di Tania ha contattato la iena tramite mail. Grazie al prezioso supporto dell’italiano, l’inviata ha avuto modo di conoscere alcuni risvolti della storia che vede coinvolta la ragazza spagnola. Il gancio è stato Alessandro Rosica, amico di Tania e allo stesso tempo grande amico di Claudia Zanella, moglie di Fausto Brizzi.

Prima delle parole di Tania, la iena ha mostrato i messaggi ricevuti dalla ragazza spagnola. Sarebbe stata Claudia Zanella a pagare il biglietto aereo alla ragazza. Ci sarebbe stato un incontro a Roma, in zona via Veneto presso il Bar Doney. L’inviata svela i retroscena avvenuti il giorno della testimonianza presso il Tribunale.

Tania ha compreso che ha commesso un grande errore ed adesso potrebbe pagare con l’accusa di falsa testimonianza. Ad accusarla è la giovane Francesca Bassi che è voluta andare in fondo a questa vicenda.

Guarda il servizio:
Le Iene, Caso Brizzi: Tania “svela” tutto! Una “Gucci” in cambio della testimonianza falsa

Seguici su