Le Iene, Antonio Piccirillo: il figlio del boss urla contro la camorra

Le Iene, Antonio Piccirillo: il figlio del boss urla contro la camorra. Servizio di martedì 7 maggio 2019 dell'inviata Roberta Rei

A Le Iene, Antonio Piccirillo, il figlio del boss urla contro la camorra. Il racconto sincero di un giovane che ha vissuto nella famiglia del boss del centro storico di Napoli, Rosario Piccirillo. Antonio, dopo l’ennesimo fatto di cronaca, una sparatoria in pieno centro che ha coinvolta la piccola Noemi, in gravi condizioni, è sceso in piazza per gridare contro la camorra.

Ecco quanto riporta il sito ufficiale delle Iene: “Antonio ha raccontato a Roberta Rei la sua infanzia fatta di falsi amici e di bugie di sua madre che per nascondergli la verità gli raccontava che suo padre faceva mille mestieri diversi. Un giorno Antonio scopre da un suo amico la verità e da allora la sua vita cambia.

Capisce che la gentilezza degli altri non è per lui, ma per la paura che incute suo padre: “Finché sei il figlio del boss tutti i tuoi amici ti trattano bene ma se decidi di fare il bravo ragazzo li perdi”.

Antonio ama suo padre come genitore ma ha deciso di combattere le sue scelte di vita. Siccome per farlo ha dimostrato di “avere due palle così”, Roberta Rei gli dona la divisa da Iena”.

Le Iene, Antonio Piccirillo: il figlio del boss urla contro la camorra. Servizio di martedì 7 maggio 2019