4 Ristoranti 5 stagione: Alessandro Borghese e lo “Street Food” a Palermo

4 Ristoranti 5 stagione: dodicesima puntata immersa nello "street food" siciliano ed in particolare nella patria del "manciari pi strata", Palermo.

4 Ristoranti 5 stagione: dodicesima puntata immersa nello “street food” siciliano ed in particolare nella patria del “manciari pi strata”, Palermo. Alessandro Borghese assieme a ristofriggitori palermitana ha assaggiato i piatti tipici del cibo di strada che ha reso celebre la Sicilia ed il capoluogo siciliano in particolare.

Borghese ha vissuto pranzi e cene a Palermo assieme ad Arianna, Giuseppe, Davide e Noel. 4 friggitorie diverse per ambiente ed atmosfera ma uniti da un unico obiettivo: stupire Alessandro con il cibo principe dello “Street Food” palermitano, il panino cà meusa, ovvero il tipico panino con la milza. Panino che ha diviso anche i concorrenti: c’è chi mette milza, polmone e trachea, secondo la tradizione antica. C’è chi invece non utilizza la trachea.

Fra i concorrenti la rivalità è subito balzata fuori, nel corso della puntata. La friggitoria vincitrice è stata quella di Arianna, Dainotti’s nel mercato cittadino del Capo. Arianna ha conquistato il premio di 5 mila euro, precedendo Noel Casisa con il suo Roxy Bar di Mondello. Terza posizione per Davide Troia, proprietario di una friggitoria 2.0, moderna rispetto alle altre. Quarta posizione per Giuseppe, gestore della friggitoria da Mimì.

Non sono mancate le critiche fra i quattro concorrenti. La tradizione antica e l’innovazione con alcune varianti sono state alla base dei giudizi di ognuno dei quattro ristoratori. Alessandro Borghese ha invece gradito gran parte delle offerte dei protagonisti e li ha ringraziati dell’accoglienza e dell’ospitalità ricevute.

I RISTORANTI DELLA QUINTA PUNTATA di 4 Ristoranti di Alessandro Borghese


Friggitoria da Davide (zona stadio): titolare e cuoco del ristorante è Davide (32 anni), che svolge questa attività da almeno 10 anni. Nonostante il suo locale sia aperto da poco tempo, Davide lavorava già come ambulante proprio lungo la strada davanti alla Friggitoria. Secondo lui, lo street food è una specialità che permette di conoscere la storia di Palermo. Nel suo locale, infatti, Davide dà la possibilità ai suoi clienti di conoscere la storia del cibo di strada attraverso dei pannelli proprio dedicati alle ricette street food per eccellenza. La location della Friggitoria è tanto semplice quanto curata e moderna. Alcuni tavolini dal design minimal animano la grande sala principale, che cattura l’attenzione con la scritta al neon “da Davide” appesa sulla parete, mentre nell’altra parte del locale ci sono il bancone vendita e la cassa inserita in una riproduzione di un classico baracchino da street food.

Da Mimì – Street Food D’Autore (Zona popolare – Malaspina). Giuseppe (39 anni) è titolare e cuoco del locale Da Mimì. Sin da quando era bambino, Giuseppe ha sempre dimostrato un forte interesse per la cucina: la sua famiglia è nella ristorazione da circa 70 anni, e per questo motivo sostiene che i pilastri culinari siciliani non debbano assolutamente essere stravolti. Il suo menu propone i piatti tipici palermitani, dai pastellati alle panelle e crocchè, dalla caponata al caldume (quinto quarto bollito), fino alle rascature (scarti delle panelle) e le stigghiole (budellino di agnello alla griglia). Dall’esterno, il locale di Da Mimì richiama i classici chioschi da cibo di strada; all’interno, invece, è molto curato, con sedie e tavolini, tovaglie a scacchi bianchi e rossi, maschere africane di legno e pareti abbellite con tantissime fotografie.

I RISTORANTI DELLA QUINTA PUNTATA di 4 Ristoranti di Alessandro Borghese

Da Arianna – Dainotti’s Apericapo (nel Mercato del Capo). Arianna (39 anni) è la titolare, cuoca e addetta alla vendita del locale Dainotti. Con entusiasmo e determinazione, Arianna porta avanti l’attività creata dal padre 23 anni fa. Da Dainotti’s Apericapo si possono assaggiare tutti i cibi tipici dello street food palermitano: panelle, crocchè, arancine, stigghiola, quarume, i mangia e bevi (involtini di pancetta e cipollotti), e in occasioni speciali anche i panini con la milza. Il locale di Arianna si affaccia direttamente sulla strada del mercato del Capo. Per questo motivo, vi è una parte dedicata alla vendita ed è composta da diverse bancarelle. Dall’altra parte, invece, c’è la zona dedicata al servizio con i tavolini, in mezzo ad un’atmosfera che sembra quella di un vero mercato cittadino, tra schiamazzi, colori e profumi di qualunque natura.

Roxy Panineria Friggitoria (Mondello). Noel (31 anni) è il titolare e cuoco della friggitoria. Secondo Noel, lo street food non è solo una moda ma è un’arte, la vera eccellenza di Palermo. Il cibo di strada, infatti, rappresenta la base della cucina e di tutta la cultura siciliana. Tra i piatti che si possono assaggiare al Roxy, le panelle, le crocchè, l’arancina “accarne” (alla carne) o “abburro” (bianca con prosciutto) e il panino con la milza. Il locale si divide in due zone: all’esterno, un dehor si affaccia sul mare e sulla piazza principale di Mondello, mentre all’interno vi sono una piccola sala, la friggitoria e il bancone vendita.

4 Ristoranti 5 stagione: Alessandro Borghese e lo “Street Food” a Palermo Rivedi il meglio