Coronavirus: epidemia o pandemia, qual’è la differenza?

coronavirus-pandemia

L’organizzazione mondiale della sanità, OMS, ha diramato che per il coronavirus, il virus COVID-19 si tratta di una pandemia. Qual’è la differenza fra epidemia e pandemia? La differenza in buona sostanza sta nella diffusione del virus, in questo preciso caso del coronavirus.

EPIDEMIA

Epidemia è il diffondersi di una malattia, in genere una malattia infettiva, che colpisce quasi simultaneamente una collettività di individui, ovvero una data popolazione umana, con una ben delimitata diffusione nello spazio e nel tempo, avente la stessa origine.

Poiché, in una data popolazione, ogni anno, è atteso il verificarsi di un certo numero di eventi morbosi, un’epidemia comporta un numero di casi in eccesso rispetto ai valori attesi per quella determinata comunità, e sulla base delle esperienze e del numero di casi storici di morbosità.

PANDEMIA

Una pandemia è una malattia epidemica che si espande rapidamente diffondendosi in più aree geografiche del mondo, e che coinvolge numerose persone. Tale situazione presuppone la mancanza di immunizzazione dell’uomo verso un patogeno altamente virulento.

L’OMS ha utilizzato una classificazione in 6 stadi che descriveva il processo mediante il quale un nuovo virus influenzale procede dalle prime infezioni iniziali nell’uomo arrivando ad una pandemia. Questo processo inizia con un virus che infetta principalmente gli animali (periodo inter-pandemico).

Seguito da alcuni casi in cui gli animali infettano le persone, quindi passa attraverso la fase in cui il virus inizia a diffondersi direttamente tra le persone (periodo di allerta panemica) e termina con una pandemia quando le infezioni del nuovo virus si sono diffuse in tutto il mondo (pandemia).

E’ di poche ore fa l’annuncio dell’OMS che per quanto concerne il coronavirus non si tratta più una epidemia ma di una vera e propria pandemia. Fonte Wikipedia