Le Iene / Gaston Zama, Coronavirus e wet market: le colpe dell’uomo nella pandemia

coronavirus pandemia wet market wuhan

Servizio choc di Gaston Zama a Le Iene di martedì 21 aprile 2020 sul nuovo coronavirus e sulla sua possibile iniziale diffusione. Tutto potrebbe essere stato diffuso nei wet market di Wuhan. Tra i possibili portatori del virus ci sono anche degli animali selvatici costosissimi chiamati “Pangolini”.

Gaston Zama ha parlato con chi aveva largamente previsto il COVID19 e poi insieme ad Earth League International – ELI ha raccontato l’universo criminale legato al traffico illegale di animali selvatici e delle loro principali piazze di spaccio, ad esempio: i wet market. Mercati come quello a Wuhan, da dove secondo alcuni studi, si sarebbe accesa la miccia della pandemia.

Il nuovo coronavirus è probabilmente passato dagli animali all’uomo a Wuhan in un wet market. Un mercato in cui si vendono animali selvatici a volte vivi. Sono pratiche spesso illegali, ma che sono molto diffuse nel mondo e generano una quantità di ricchezza inimmaginabile. L’inviato delle Iene, Gaston Zama ha portato a conoscere queste realtà sempre più pericolose per tutti.

Le testimonianze raccolte da Gaston Zama sono davvero incredibili. C’è veramente la mano dell’uomo dietro questa pericolosissima pandemia che sta piegando il mondo? Se vi siete persi il servizio nella puntata de Le Iene, di ieri sera, martedì 21 aprile 2020, clicca sul link sotto.

Le Iene / Gaston Zama, Coronavirus e wet market: le colpe dell’uomo nella pandemia. La singolare storia dei Pangolini VIDEO