Fase 2 Coronavirus: Musumeci “apre” la Sicilia al rientro dei siciliani ma in quarantena! Chiesti più voli, traghetti e sconti

nello musumeci apre la sicilia al rientro dei siciliani
Nella foto il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci, a sx, assieme all'assessore alla salute, Ruggero Razza. Ph: https://www.facebook.com/nellomusumeci.page/photos/

Il governatore della Regione Sicilia, Nello Musumeci, dopo giorni e giorni di “battaglie” ha accolto l’appello dei tantissimi siciliani che volevano tornare nella propria terra.
Da ieri infatti, in concomitanza con l’inizio della Fase 2 Emergenza Coronavirus, tantissimi sono stati i rientri nell’isola.
Secondo una stima sommaria nel primo giorno sono stati oltre 1000 i siciliani che hanno avuto la possibilità di far rientro nelle proprie abitazioni e ricongiungersi con i parenti.

“Un blocco per i casi di necessità non c”è mai stato, neanche nei gravi momenti di crisi. Sia i provvedimenti nazionali che quelli nostri hanno sempre detto che l’ingresso è consentito alle forze dell’ordine, alle forze armate, al personale sanitario e per gravi motivi personali, sanitari o di famiglia. Quindi, un blocco totale non c’è mai stato. Adesso allarghiamo un po’ e possono rientrare anche coloro che si vogliono ricongiungere con le proprie famiglie. Per farlo devono rispettare le solite regole: la verifica al momento dello sbarco e poi la quarantena”.

Il presidente della Regione Sicilia ha chiesto ufficialmente l’aumento delle tratte sia per gli aerei che per i traghetti. Musumeci vuole una politica prezzi accessibile e trasparente.

“Abbiamo chiesto al ministero dei Trasporti di portare i voli da Roma per Palermo da due a quattro, sperando che Alitalia non si abbandoni a speculazioni, perché mi risulta che il costo dei voli negli ultimi giorni sia assolutamente inaccessibile e inaccettabile”

MUSUMECI RIBADISCE LE MISURE ADOTTATE NELLA FASE 2 EMERGENZA CORONAVIRUS IN SICILIA DAL 4 MAGGIO.
“Io i bar li ho autorizzati soltanto per l’asporto e non per i tavolini. Ancora mi sembra presto. Intanto in Sicilia si può far sport, si può andare nella seconda casa per fare manutenzione e non la spola, oppure per restarci per un mese o due mesi. Stiamo organizzando la riqualificazione degli stabilimenti balneari per la pulizia dell’arenile. Insomma, è tutto un modo per esorcizzare questo momento. E’ chiaro che a metà maggio rivedremo le misure”.

Il mio intervento a Tgcom24 #Sicilia #governoMusumeci #CoronavirusSicilia #CoronavirusItalia #Covid19 #Covid19Italia Costruire Salute Regione Siciliana

Pubblicato da Nello Musumeci su Lunedì 4 maggio 2020