Fase Due 18 maggio: verso il varo le norme per negozi, parrucchieri, barbieri e ristoranti

negozi abbigliamento apertura 18 maggio fase 2 coronavirus italia

Apriranno il prossimo lunedì 18 maggio, alcuni dei grandi “esclusi” del primo step della Fase 2 emergenza Coronavirus, in particolare la riapertura del 18 maggio spetterà a parrucchieri, barbieri, centri estetici, ristoranti e negozi al dettaglio, compresi abbigliamento ed accessori. Le regole saranno molteplici e diversificati in base ai metri quadrati dei locali. La regola base, che riguarda quasi tutte le riaperture del 18 maggio, fino a 25 metri quadrati si consentirà l’accesso solo ad una persona alla volta. Obbligo per il cliente d’indossare guanti e mascherine. Sarà dovere del commerciante istallare segnaletica ben visibile per consentire il raggiungimento della merce. L’ambiente dovrà essere sanificato quotidianamente.

Per i negozi di abbigliamento vige la regola di far provare gli abiti ai clienti che dovranno indossare mascherina e guanti. Al momento è in fase di discussione l’utilizzo dei condizionatori d’aria e pertanto non potranno essere utilizzati salvo nuove disposizioni. Anche i dipendenti dovranno indossare mascherine e guanti.

Parrucchieri, barbieri e centri estetici potranno far entrare un cliente alla volta, entro i 25 metri quadri ed è necessaria la prenotazione obbligatoria. Cliente che dovrà indossare guanti e mascherina. Stesse regole per i dipendenti che avranno il compito di sanificare di continuo gli strumenti da lavoro.

Leggi anche:

Fase 2 18 maggio: le regole per i ristoranti, novità per le spiagge. Il documento del CTS

Regole rigide per i ristoranti: un tavolo dall’altro dovrà essere distante di almeno 4 metri e fra i commensali dello stesso tavolo dovrà esserci una distanza minima di un metro. Non potranno essere utilizzati contenitori come oliere, saliere e acetiere. I clienti potranno mangiare naturalmente senza l’uso della mascherina ma che dovrà essere obbligatoriamente indossata per utilizzo di servizi igienici e della cassa.

I gestori dei ristoranti dovranno posizionare in più punti del locale prodotti igienizzanti. Anche per i ristoranti è obbligatoria la prenotazione per evitare assembramenti fuori dal locale. A discrezione del ristoratore l’eventuale montaggio di pareti plexiglass per la separazione dei tavoli.

Negozi, bar, ristoranti e parrucchieri apertura dal 18 maggio in alcune regioni