Discoteche in Sicilia? Musumeci le “apre” dall’8 giugno ma senza linee guida è solo illusione

sospese le discoteche fino al 14 luglio

Tra i tanti punti dell’ultima ordinanza, la numero 21 del 17 maggio 2020, della Regione Sicilia a firma del suo governatore Nello Musumeci ha destato molta sorpresa la riaperture delle discoteche a partire dal prossimo 8 giugno prossimo. In particolare l’articolo 9 dell’ordinanza al punto dedicato alle manifestazioni, eventi e spettacolo, recita così: “Nella stessa data dell’8 giugno 2020 è, altresì, autorizzata l’apertura delle c.d.discoteche, dei teatri e dei cinema all’aperto, per le quali attività dovranno essere emanate apposite linee guida regionali e, in ogni caso, esse dovranno svolgersi nel rispetto delle disposizioni di cui al decreto del presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020.

Dalla data di entrata in vigore della presente Ordinanza è consentito l’accesso al personale incaricato di realizzare le attività di manutenzione, ristrutturazione, montaggio, pulizia e sanificazione, nonché agli operatori economici ai quali sono commissionate tali attività, da svolgersi in conformità ai principi di distanziamento e nel rispetto delle Linee guida”.

Il punto relativo alle discoteche ha creato un vero e proprio turbillon di polemiche sui social anche perchè le linee guida del governo al momento non permettono per nessuna ragione al mondo la riapertura delle sale da ballo e delle discoteche.

Molte delle discoteche siciliane operano nella notte fra il sabato e la domenica, giorno in cui, lo stesso Musumeci ha ordinato la chiusura totale delle attività ad eccenzion fatta di farmacie, edicole, bar, ristoranti e fiorai. C’è qualcosa che non quadra, ma se si attendono le linee guida da Roma per la riapertura delle discoteche oggi sembra davvero difficile che la promessa del governatore siciliano possa essere effettivamente messa in atto.

Nell’articolo 9 dell’ordinanza si legge anche che “Le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli, con la presenza di pubblico, ivi compresi
quelli di carattere culturale, ludico e fieristico, nonché ogni attività convegnistica o congressuale, in luogo pubblico o aperto al pubblico, sono autorizzate a partire dall’8 giugno 2020, fermo il monitoraggio delle attuali condizioni epidemiologiche dell’Isola”.

Sicilia Fase 2: domenica e festivi ordine di chiusura delle attività tranne…