Sicilia Fase 2, 18 maggio, 25 maggio e 8 giugno: ecco l’ordinanza di Musumeci

nello musumeci emette ordinanza fase 2 dal 18 maggio giorno 8 giugno

Nello Musumeci, presidente della Regione Sicilia, ha emanato ieri sera l’ordinanza che prevede diverse riaperture a step, che riguardano 18 maggio, 25 maggio e 8 giugno. Di seguito alcune dei passaggi salienti dell’ordinanza della Regione Siciliana che potrete scaricare integralmente. Attività di ristorazione.
Nel rispetto delle Linee guida, sono autorizzate le attività di somministrazione di alimenti e bevande quali, a titolo esclusivamente esemplificativo e non esaustivo, ristoranti, trattorie, pizzerie, pub, self-service, bar, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie e similari.

Le attività di catering, fermo il monitoraggio del contesto epidemiologico attuale, sono autorizzate a partire dall’8 giugno 2020, rimanendo subordinata per ciascun evento la individuazione di locali pubblici o privati adeguati a garantire il rispetto delle Linee guida e le specifiche disposizioni individuate nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. Fino al 7 giugno si possono, comunque, svolgere tutte le attività propedeutiche all’apertura, compreso l’incontro con la clientela, purché nel rispetto dei
principi di distanziamento interpersonale e di prevenzione del contagio.

Stabilimenti balneari e spiagge.
Sono autorizzate tutte le attività propedeutiche all’apertura degli stabilimenti balneari, ivi compresa l’attività di incontro con la clientela e, in generale, la utilizzazione degli spazi finalizzata alla promozione e vendita dei propri servizi. Si applicano le Linee guida per tutte le attività propedeutiche richiamate nonché, per le attività sportive esterne da svolgere nell’ambito degli stabilimenti balneari (quali, solo a titolo esemplificativo: tamburello, bocce e ogni altra attività motoria di spiaggia), tutte le disposizioni indicate nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020 per le attività sportive, oltre alle direttive e circolari regionali e nazionali in materia di sport.

È consentita, inoltre, la possibilità di locare per periodi stagionali le cabine a più persone anche non appartenenti allo stesso nucleo familiare, purché sia garantito il rispetto delle norme di igiene necessarie alla sanificazione dei locali chiusi e con l’ingresso di non più di una persona alla volta, ad eccezione di minori e persone non autosufficienti.

Ulteriori disposizioni in materia possono essere affidate ad uno specifico “protocollo” con i rappresentanti della categoria, con i quali verrà altresì concordato il giorno di avvio della stagione balneare.

Leggi anche:
Fase 2 Sicilia 18 maggio: piano più morbido di Musumeci per Ristoranti, Bar e Lidi